C’è Pasta per Te! Buste di pasta al forno con sorpresa di verdure

 

 

C’è un contest davvero
bello e buono in giro per la rete. Si intitola proprio così BELLO & BUONO da
vedere & da mangiare ed è Taste&More (la rivista più chic del web) ad averlo organizzato. Quando ho
letto il regolamento mi sono un po’ avvilita, pensando che non sarei mai stata
all’altezza di presentare un piatto che fosse buono da mangiare ma anche bello
da vedere. E per bello non si intende solo capace di far venire l’acquolina, ma
ben presentato, studiato prima a tavolino come fanno i veri chef, con tanto di
progetto grafico e impiattato secondo regole precise di stile, gusto e armonia.
E qui ti voglio!  
Ma nello stesso tempo
questa sfida mi ha stimolato da subito perché più vedi lontano il punto d’arrivo e più passi in avanti riesci a fare, anche se non arrivi all’obiettivo.

 

(altro…)

Stelle filanti o Tagliatelle in 5 colori con sughetto multicolor

 

 
Festeggiare il
carnevale non solo con i dolci ma anche con un piatto di pasta si può. Non è
un’idea molto geniale, mi rendo conto, le stelle filanti richiamano le
tagliatelle istintivamente. C’è una somiglianza evidente alla quale non sono
riuscita a sottrarmi. Fare le stelle filanti di pasta fresca ci costringe però
ad una gamma di colori un po’ più ridotta, sempre che vogliamo usare coloranti
naturali, cioè ingredienti in armonia col piatto stesso.
Abbiamo quindi il
giallo, l’arancione, il rosso, il verde e il marrone.
Di seguito vi do le quantità
minime che giustifichino un impasto colorato, nell’insieme avremo oltre 1 kg di
tagliatelle (calcolando che perdono parte del peso asciugando), se sono troppe
le potrete congelare, anche mischiate perché sono molto belle cucinate insieme.

 

In fondo trovate la
ricetta per un sughetto semplice ma altrettanto colorato.

(altro…)

Veggie Rainbow Cake (torta di verdure a strati multicolor)

 
 

 

La Rainbow Cake
originale, quella dolce, è colorata e accattivante e, onestamente, non ho mai
provato a farla. Però mi ha dato l’idea per farne una colorata naturalmente,
con le verdure che danno toni più pastello, intercalata da fettine di mozzarella
a simulare la farcia e coperta da una mousse di gorgonzola. L’ho preparata come
antipasto per il pranzo di Natale, eravamo in una decina e ne abbiamo mangiata
metà, quindi direi che la dose si adatta benissimo ad una bella tavolata anche
di 20 persone. Avrei voluto decorarla meglio, farla sembrare una torta dolce,
com’era nella mia fantasia, ma mentre la montavo mi ha preso il panico, ho
cominciato a temere che non sarebbe riuscita, quindi ho pensato che la
decorazione sarebbe stata sprecata e l’ho semplicemente spalmata con la mousse.
Inoltre ho fatto tutto di fretta, come già vi spiegavo nel post precedente, e
anche le foto non sono ambientate come avrei voluto. Erano già tutti seduti a
tavola con le forchette in mano, e io lì a cercare lo scatto giusto … non ho
potuto fare di più. Appena arriva la primavera la rifaccio con nuove verdure e vi prometto una presentazione migliore.

 

 

(altro…)

Cupoline di Zucca con Risotto e due Creme (funghi e zucca)

 
L’8 dicembre, festa dell’Immacolata, è sempre stato un giorno molto sentito a casa dei miei. Era il compleanno di mio papà e, complice la giornata festiva, abbiamo sempre festeggiato tutti insieme a pranzo. Adesso lui non c’è più ma anche quest’anno, non per festeggiare ma per ricordarlo, ci siamo riunite noi tre sorelle con le nostre famiglie e la mamma, come sempre, come se lui fosse ancora con noi. 
E’ stata una bella giornata, anche se un po’ malinconica. 
Ci vuole qualcosa di colorato per rischiarare un cielo un po’ cupo e guardare avanti con gratitudine per quello che è stato.  

Ho pensato a questo
piatto più come antipasto che come primo, quindi ho sbilanciato il rapporto
riso/zucca a favore di quest’ultima. A cose fatte mi sono accorta che non avrei
più potuto chiamarlo risotto con la zucca ma zucca col risotto sarebbe stato
più coerente. Anche le porzioni sono da antipasto ma nulla vi vieta di
servirlo come primo piatto, aggiustando magari le proporzioni.

(altro…)

Carpaccio di Marlin Affumicato con Verdure Marinate

 
Questo è un piatto che, pur nella sua semplicità (non c’è nulla da cucinare, si deve solo
tagliare) fa sempre un figurone. Si presenta con eleganza ed ha un gusto fresco e deciso che deve la sua bontà alla qualità degli ingredienti. Ho usato un trancio
di marlin affumicato, che è un pesce simile allo spada ma meno costoso,
tagliato a fette e servito come una millefoglie, a strati alternati da un mix
di carote e zucchine affettate sottilmente e marinate per diverse ore in una
citronette fatta con olio e.v.o. e limoni di Amalfi.
Lo preparo soprattutto d’estate, per la sua freschezza, ma è
indicatissimo anche in ogni altra stagione poichè rappresenta un antipasto che
potete (anzi, dovete) preparare in anticipo per iniziare una cena alla grande
ma senza fatica.
 

(altro…)

Rigatoni Impacchettati con Crema di Zucca, Uvetta, Cipolle e Rosmarino. Fuori gara per il contest della Cucina al Cartoccio

 

Ho indetto un contest intitolato “Sorpresa! Le meraviglie della cucinaal cartoccio” e io non partecipo? Ovviamente fuori concorso, ma mi sembra
doveroso presentare almeno una ricetta. Ho pensato a questo piatto di pasta
perché, pur essendo squisito nella presentazione classica, mi sembra che, al
cartoccio, acquisti un motivo in più. La pasta di grande formato, come i
rigatoni, trovo si raffreddi molto in fretta (e io non sono una che mangia
lentamente) ma se la chiudiamo in un fagotto
trattiene meglio il calore e l’umidità e la si gusta al meglio dalla prima
all’ultima forchettata. Inoltre, mi sembra il sistema ideale per le famiglie in
cui non si riesce a pranzare tutti insieme –lavoro, scuola, turni, impegni-
ognuno ha i propri orari e può scaldare la sua porzione impacchettata gustandosela appena sfornata.

 

Per 4 persone ho usato:

(altro…)

Pizza Soffice di Patate con Cipolle, Peperoni e Scamorza

Pizza e Focaccia | 25 settembre 2014 | By

 

 

 

Quando sono triste mangio per consolarmi, quando sono felice mangio per
festeggiare, quando sono arrabbiata mangio per calmarmi, quando sono svogliata
mangio per ricaricarmi e quando lo stato d’animo è neutro mangio per
sopravvivere! Ma niente mi dà la carica come
provare a cucinare quella certa cosa che avevo in mente da un po’ ma per la
quale mi mancava il tempo o l’occasione o qualche ingrediente. Questa pizza che
prevede di aggiungere patate all’impasto, in realtà l’avevo già fatta, ma è
passato un sacco di tempo e  quasi non me la ricordavo più. Perché si fa prima a fare
una pizza “normale” prendi la farina e fai lievitare, qui devi prevedere anche
il tempo per lessare le patate.  Ieri la
congiunzione astrale era perfetta. Avevo uno stato d’animo misto alla
gratitudine per le giornate appena trascorse in compagnia di vecchie amicizie
consolidate e vecchissime amicizie ritrovate, un po’ di stress da lavoro, un
po’ di stanchezza fisica e mentale e la trepidante attesa per un viaggetto che
sto organizzando con mia nipote. Insomma, un vortice di sensazioni che si sono
espresse in un piatto bello tosto e dai sapori decisi. Quello che mi ci voleva.

(altro…)

Gratin “appena appena” di Melanzane, Pomodori e Mozzarella

Sì, appena appena, perchè tecnicamente non credo nemmeno che si possa definire gratin. Ho semplicemente impilato fette di melanzana fritta, pomodoro fresco e mozzarella e ho tenuto fermo il tutto con uno stecchino di rosmarino. Poi una leggera
spolverata di parmigiano e via in forno per pochissimi minuti. 
Sono quei piatti improvvisati che ognuno di noi si trova a preparare spesso, quando il tempo è poco e gli ingredienti che hai sotto gli occhi sono così sfacciatamente in sintonia tra di loro che non devi pensare a nulla.  Non la volevo quasi pubblicare perchè non mi sembrava nemmeno una ricetta, ma adoro le melanzane a tal punto che temevo si offendessero a considerarle indegne di un post. Quindi, in onore del mio ortaggio preferito, ecco a voi una ricettina dove il gusto esalta la semplicità.
Le dosi sono indicative, ho ottenuto 8 “torrette” ed ho usato:

(altro…)

Insalata con Anguria, Fragole, Pomodorini e Pistacchi

 
 
È arrivato il caldo, l’estate comincia a fare sul serio e forse ci
trova impreparati? Avevamo preparato gelati, insalate, piatti freddi da un paio
di mesi ormai, ma abbiamo dovuto (o potuto) cuocere ancora intingoli, torte in
forno, lasagne e tutti quei piatti che avrebbero dovuto aspettare almeno
settembre. Così adesso dobbiamo correre ai ripari, cercare refrigerio e
sollievo all’afa. A tavola vale sempre il solito discorso, tanta verdura fresca
e tanta frutta di stagione. Ho pensato di mettere tutto insieme, frutta e
verdura. Sono una che di frutta ne mangia poca, pochissima come merenda o
dessert, ma mi piace un sacco infilarla nei piatti salati, così compenso con gusto
a questa debolezza. Per questa insalata ho preso ispirazione da una rivista americana di cucina e l’ho
leggermente italianizzata. Ecco la
mia versione per 6 persone:
 
 

(altro…)

Pizza Rovesciata di Sfoglia

 
Per cambiare un po’ dalla solita pizza (che non stanca mai, comunque)
ieri ho provato questa versione che mi ha suggerito mia mamma. Dove l’abbia scovata
lei non è dato sapere, visto che a noi non l’ha mai fatta, ma vale la pena
prendere nota perché è una ricetta veloce che salva la cena, il pranzo e lo
spuntino ed è buonissima. Si tratta, in parole povere, di far cuocere la farcitura sotto la pasta e poi capovolgere la teglia. Le dosi non possono essere precise, dipendono dalla
teglia che usate, dal vostro gusto, dalla dimensione dei pomodori, dalla
confezione della pasta sfoglia, più che altro vi do un’idea. Io ho usato:
 

(altro…)

CONSIGLIA Risotto al salto