Risotto al Curry e Latte di Cocco per Progetto Itaca

#tuttimattiperilriso

Sì, avete letto bene, Tutti matti per il riso è la campagna di Progetto Itaca onlus, una fondazione che si occupa di disagio psichico e malattie mentali. Sabato e domenica, 7 e 8 ottobre, in oltre 50 piazze italiane, potremo acquistare un pacco di riso Carnaroli e contribuire, nel nostro piccolo a dare speranza a persone e famiglia in difficoltà.

“Ansia, attacchi di panico, depressione e psicosi” come si legge sui volantini ” sono disturbi sempre più comuni e distruggono molte vite. Con la tua donazione sostieni i programmi di prevenzione, riabilitazione e inclusione sociale di Progetto Itaca in tutta Italia”.

Ho ricevuto un pacco di questo riso per far girare la notizia e sensibilizzare, con una semplice ricetta, l’attenzione su questo problema, più diffuso e debilitante di quanto si possa immaginare. Vi propongo quindi un risotto che esce leggermente dagli schemi ma

(altro…)

Vellutata di Zucca e Patate con curcuma e fiordaliso

Quante volte l’abbiamo fatta la crema di zucca in queste lunghe, buie e fredde sere invernali? Porta in tavola colore e calore, è sana e gustosa, si prepara in un attimo e si può variare con piccole aggiunte che, ogni volta, la rendono unica. Questa settimana l’ho preparata di nuovo, con le patate per togliere un po’ di dolcezza ad una zucca talmente profumata che sembrava quasi melone, aggiungendo un po’ di curcuma per arricchirla di un sapore “esotico” che, oltretutto, intensifica pure il colore arancio naturale.

Ho usato curcuma fresca ma se non ne avete basterà sostituirla con quella essiccata in polvere

(altro…)

Topinambur trifolati

Topinambur trifolati

Cosa? cos’hai trifolato?

Molti sanno esattamente di cosa sto parlando ma altrettanti si stanno chiedendo se stiamo veramente parlando di cibo, vero? Il topinambur è una pianta di cui si consuma il tubero, dal nome complicato, se vogliamo, quasi esotico mentre in realtà è largamente coltivata anche in Italia. Potremmo addirittura farla crescere nei nostri orti, se solo sapessimo poi cosa farne. Immagino che questo sia il pensiero di molti, come immagino che, vedendolo al supermercato, abbiate potuto pensare “mah, quasi quasi lo provo, ma poi come lo cucino? cosa ci faccio? e se non mi piace?” Ci penso io. L’ho preparato per voi in una ricetta semplicissima che può accontentare tutti e forse farvi venire voglia di portare in tavola qualcosa di diverso.

Di cosa sa?

(altro…)

Focaccine di Zucca al Rosmarino

Focaccine Zucca Rosmarino (17)

L’avete notato anche voi? Non appena un prodotto della terra fa la sua comparsa sui banchi del mercato o, per i più fortunati, nel proprio orto, ecco tutto un fiorire di ricette con questo tanto atteso ingrediente. Così dev’essere, è normale e ovvio, succede con le fragole in primavera e con gli asparagi, le pesche d’estate e gli agrumi in inverno. Ma in autunno a me sembra che un ortaggio sia particolarmente “inflazionato”. Arrivano tanti prodotti tipici e speciali, alcuni molto ghiotti e amati su cui la zucca regna incontrastata.  Quest’ultima è la regina di questo mese in particolare, Ottobre. Poi non è che sparisca, si continua a trovarne ancora per tutto l’inverno, ma le ricette iniziano a scarseggiare da novembre in poi. Ottobre, complice forse l’importazione della festa di Halloween dagli Stati Uniti, è tutto arancione. Troviamo la zucca speziata, dolce o salata, antipasto, primo o secondo piatto, per non parlare dei dolci meravigliosi che possiamo ottenere. Davvero un ingrediente versatile come pochi.

Focaccine Zucca Rosmarino (5)

Cavalco quindi anch’io l’onda del successo di questa cucurbitacea e vi propongo uno spuntino naturale e sfizioso. Una focaccia ottenuta

(altro…)

Pan e Nus (Pane alle Noci)

Basi, Pane e Panini | 29 settembre 2015 | By

IMG_1324

“Pan e nus, mangià da spus” dicevano i nostri vecchi. Ovvero “Pane e noci, cibo da sposi”, perché conoscevano l’importanza del pane e la ricchezza delle noci. Ignorandone la ragione scientifica, senza conoscere il valore nutrizionale di questi alimenti, ma perché la saggezza popolare, tramandata nel corso delle generazioni, trovava sempre conferma nell’esperienza vissuta. Una volta chiesi a mia nonna come mai fosse importante mangiare le noci, “Perché mia mamma me ne dava una tutti i giorni quando andavo a scuola” fu la sua risposta. Non chiariva la mia domanda ma aveva comunque un grande significato. Bastava sapere che faceva bene. Con un pezzo di pane avvolto in un tovagliolo e una noce in tasca tutte le mattine scendeva a piedi fino a scuola, per chilometri, attraverso i campi giù per le colline piacentine.

IMG_1314

Adesso lo sappiamo. Le noci sono ricche di

(altro…)

Melanzane Perline Sott’Olio

melanzane perline (2)  

Quando vado al mercato, o al super, mi guardo intorno alla ricerca di ispirazione e quale miglior stimolo può venire se non da un ortaggio sconosciuto e mai visto prima? Mi è capitato tante volte di imbattermi in zucchine gialle, patate viola, mini-pannocchie e tanti altri tipi di verdura che non posso elencare perché non ne conosco il nome, ma mi trovavo all’estero e l’unica cosa che potevo fare era fotografare.  Ma le Melanzane Perline, quelle no, non me le sono fatte sfuggire. Le ho comprate senza sapere cosa ne avrei potuto ricavare ma sapevo che mi sarebbero piaciute. Adoro le melanzane e queste, mi sono detta, sono solo più piccole. Inoltre sono bellissime, di un bel colore viola chiaro e brillante, irresistibili! A casa ho cercato informazioni ed ho trovato ricette che prevedevano di cucinarle al forno, gratinate o farcite, ma quelle che ho preso io sono proprio piccole piccole e ho pensato si prestassero meglio ad essere invasate sott’olio e consumate come contorno ad un piatto di salumi o come antipasto.

melanzane perline (13)

(altro…)

Cipollotti caramellati al Marsala e sciroppo d’acero

IMG_9444

Amo tutti i tipi di cipolle ma i cipollotti sono forse i più gustosi di tutta la famiglia. Dalle mie parti i Bavaròn, come si chiamano in dialetto, sono da sempre amatissimi e usatissimi, cucinati in tutte le salse ma soprattutto nel piatto che più di ogni altro li esalta ed esalta chi ne gusta: la fritèda cui bavaròn. La frittata coi cipollotti fa venire l’acquolina solo a nominarla e rievoca ricordi di una cucina semplice e gustosa. Mio babbo ne andava matto e gli si illuminavano gli occhi quando arrivava in tavola. Per così poco? Sì, come se non ne avesse mai mangiato, come se fosse un piatto da re.

Stavolta li ho preparati in un modo completamente diverso e che probabilmente gli avrebbe fatto storcere il naso. Non la posso nemmeno definire una ricetta ma un suggerimento di preparazione che li rende dolci, delicati e saporiti.

Sono fantastici e chiusi in frigo durano circa una settimana. Potete usarli come contorno a carni o formaggi, per arricchire un’insalata o guarnire panini e toast.

(altro…)

Marmellata di Fragole al Cacao

Vi piacciono le marmellate? Vi piacciono le fragole? Vi piace il cacao? Se avete risposto SI a tutte e tre le domande avete superato il test e potete passare direttamente alla ricetta.

IMG_8395b

Se avete qualche dubbio invece, credo abbiate bisogno di essere convinti alla bontà di questa marmellata. Le fragole ricoperte di cioccolato sono un’invenzione da premio Nobel e qui questi sapori si fondono in una cremosità che possiamo ritrovare in ogni momento semplicemente aprendo un vasetto. Un leggero profumo di vaniglia, pochissimo zucchero aggiunto e il miele che  elimina la stucchevolezza, caratteristica delle confetture di fragole zuccherate. Più di così non vi so dire, provatela e non ve ne pentirete.

(altro…)

Insalata di Bulgur con Ceci, Porri Caramellati e Radicchio Rosso

 
 La prima volta che ho letto questo strano nome ho tirato diritto senza farci caso. La seconda mi ha lasciata ancora piuttosto indifferente ma qualcosa è rimasto incastrato in un angolino della mente e alla terza volta è scattata la curiosità.  Ma che sarà mai? e poi perchè a volte lo vedo scritto con la O e a volte senza, a volte con l’H e a volte senza? Ricorro a Wikipedia e scopro che lo si può chiamare, o meglio, scrivere in molti modi, bulghur, boulghour, boulgour, bulgur, boulgoul, boulghoul, bulghul o bulgul.  
Per pigrizia ho deciso di adottare la dicitura più breve.
Si tratta di un cereale, nient’altro che chicchi di grano duro germogliato che vengono sottoposti ad un processo di cottura a
vapore per poi essere essiccati e frantumati. È un alimento ricco di proteine, vitamine del gruppo B e
fibre  ed
è molto versatile in cucina. Basta farlo lessare per 15/20 minuti e lo si può
consumare sia caldo che freddo, con mille accompagnamenti e in mille soluzioni.
Ho deciso di iniziare con un’insalata, aggiungendo alcuni ingredienti che avevo
a disposizione e che  mi sembrava ci
potessero stare bene. L’esperimento è riuscitissimo e ne ho fatto subito un altro il
giorno dopo, ma ve ne parlerò in un altro post. Ecco la prima ricetta:

(altro…)

Castagne Sciroppate al Rum

Quando vado a far spesa con mia mamma non ho mai niente da comprare, vado
solo ad accompagnare lei ma poi, non so come, esco carica come un mulo. Sicuramente
è un fattore ereditario, quantomeno contagioso, perché è lei quella famosa per
episodi del genere.
Una volta, in Trentino con mio papà, entrò in un supermercato per
comprare solo una bustina di funghi secchi, mentre lui l’aspettava fuori. Uscì
dopo un’ora con due borse stracolme e, manco a dirlo, senza aver preso i
funghi.

Io sono già per la stessa strada…Per farla breve, tra i tanti acquisti
non preventivati, ho portato a casa un bel po’ di castagne. Erano veramente
belle, grosse e sode e in offerta, irresistibili!! Però non avevo idea di come
usarle in cucina, perché noi non ne mangiamo molte. Quindi mi sono lanciata in
alcune preparazioni che mi hanno gratificata davvero, nonostante il lavoro
paziente che hanno richiesto. Eccovi la prima.

 

Per ogni kg. di castagne pulite calcolate 1 kg. di zucchero, 350 ml. di
acqua e un bicchierino di rum

(altro…)

CONSIGLIA Risotto al salto