Insalata tiepida di Riso Venere con Gamberi, Avocado e Verdure

Insalata riso venere, avocado, gamberi e verdure

Riso Venere, un nome che evoca immediatamente bellezza. Infatti il suo colore violaceo quasi nero lo rende molto affascinante ma è perchè lo si credeva afrodisiaco che si è meritato il nome della Dea dell’amore e della fertilità. Si tratta di un riso integrale molto profumato, dal sapore quasi tostato che ben si adatta ad accompagnare pesce e verdure. Non usatelo per un risotto perchè non rilascia amido e non lega, ma in insalata o come contorno vi regalerà grandi soddisfazioni.

(altro…)

Risotto al Mascarpone con Porri, Funghi e Zucca

Risotti | 30 gennaio 2016 | By

Risotto al Mascarpone con Porri, Funghi e Zucca

Per prima cosa vi consiglio di fare il mascarpone con le vostre manine, da quando ho iniziato ad autoprodurlo non ne ho più comprato. Cliccate su questo link per la ricetta, vedrete quant’è facile.

Per seconda cosa vi dovreste far regalare i porcini secchi dal vostro amico fungaiolo (ce l’avete, no? ce l’hanno tutti un amico che va per funghi!!) che li ha raccolti sull’appennino per voi, li ha puliti, tagliati, fatti seccare e imbustati. E ve li ha pure portati a casa!

Il terzo consiglio è quello di usare del riso Carnaroli di ottima qualità, come quello che mi ha mandato la mia amica Tatiana dal Piemonte, la differenza c’è e si sente!

Per quanto riguarda i porri e la zucca

(altro…)

Crocchette di Riso Rosso e Verdurine

IMG_1132

La maggior parte delle persone odia il lunedì. A me piace invece. Il lunedì è l’unico giorno in cui posso stare a letto un po’ di più, nonostante abbia sempre un fantastiliardo di cose da fare. Posso prendermela comoda e, se proprio gira male, fare quello che riesco e trascinarmi lentamente fino a che non mi sono ripresa del tutto. Quindi, se devo fare tardi la sera, dev’essere di domenica. 

Dopo la bella serata di ieri, una di quelle serate in cui inizi a chiacchierare alle 7 con gli amici e quando riguardi l’orologio è già mezzanotte, quelle serate in cui cenare è solo una scusa ma ritrovarsi è il vero scopo, quelle serate che non vedi l’ora di ripetere, quando i tuoi ospiti dicono “andiamo” e poi si sta ancora a parlare  un’ora in piedi davanti alla porta, ecco, dicevo, dopo la bella serata di ieri stamattina sono andata al rallentatore. Non ci siamo abbuffati ma ci siamo comunque concessi qualche strappo sui grassi, gli zuccheri e i carboidrati. Alcol? no, no  ma che scherziamo?

IMG_1133

Oggi sono in vena di una ricetta vegetariana,

(altro…)

Risotto al salmone con yogurt e menta fresca

IMG_9842b

Ce l’avete voglia di un bel risottino vero? A me piace moltissimo, in ogni modo, sotto ogni veste, risotto, risotto, risotto…ma lo faccio pochissimo, non quanto mi piacerebbe, per lo meno. Anche d’estate ci sta bene, è un piatto per ogni stagione perché si adatta ad abbinamenti infiniti. Vogliamo provare una versione davvero leggera e profumata? Niente grassi, mantecatura con lo yogurt che lega senza appesantire. Salmone affumicato che aggiunge colore e sapore e menta, bella, freschissima menta. Non ho nemmeno messo il Parmigiano, non è da me…lo metto sempre anche se c’è il pesce (solo un pochino, lo so che non si fa) ma qui non volevo soffocare la nota profumata e fresca della menta. Desidererete questo risotto per tutta l’estate, ne sono convinta, io già non vedo l’ora di rifarlo.

IMG_9857

 

(altro…)

Risotto alla Giuseppe Verdi

Ripubblico questa ricetta per partecipare all’iniziativa di INformaCIBO “La cucina italiana nel mondo” verso Expo 2015 – MANGIARE ALL’ITALIANA

Sul sito di INformaCIBO la trovate qua
informacibo

 
risotto verdi (2) 
 
Questo risotto è stato creato nel XIX° secolo da uno chef francese in onore di un grande compositore italiano, mio illustrissimo concittadino, Giuseppe Verdi.
Lo chef in questione è Henri-Paul Pellaprat, allievo di Auguste Escoffier e fondatore della più famosa scuola di cucina francese, quella del Cordon Bleu (1895). Pellaprat usa ingredienti tipici della regione di provenienza del Maestro Verdi, Parmigiano-Reggiano, Prosciutto di Parma e asparagi piacentini, aggiungendone altri che sa essere di suo gradimento.
Potevo forse essere rispettosa di un tale capolavoro e riproporlo tale e quale? Naturalmente no. Ho apportato qualche modifica: ho rosolato la cipolla nell’olio extravergine anziché nel burro, ho eliminato i pomodori che considero inutili in un piatto già ricco e dai sapori precisi, non avendo brodo di carne ho fatto un brodo veloce di verdure, ho mantecato con una noce di burro invece di usare la panna e per ultimo, ma fondamentale, ho sostituito i funghi coltivati coi porcini secchi di Borgotaro, così manteniamo anche una certa coerenza con gli ingredienti del territorio (oltre ad usare un prodotto molto più profumato e saporito).
risotto verdi (12) 

(altro…)

Cupoline di Zucca con Risotto e due Creme (funghi e zucca)

 
L’8 dicembre, festa dell’Immacolata, è sempre stato un giorno molto sentito a casa dei miei. Era il compleanno di mio papà e, complice la giornata festiva, abbiamo sempre festeggiato tutti insieme a pranzo. Adesso lui non c’è più ma anche quest’anno, non per festeggiare ma per ricordarlo, ci siamo riunite noi tre sorelle con le nostre famiglie e la mamma, come sempre, come se lui fosse ancora con noi. 
E’ stata una bella giornata, anche se un po’ malinconica. 
Ci vuole qualcosa di colorato per rischiarare un cielo un po’ cupo e guardare avanti con gratitudine per quello che è stato.  

Ho pensato a questo
piatto più come antipasto che come primo, quindi ho sbilanciato il rapporto
riso/zucca a favore di quest’ultima. A cose fatte mi sono accorta che non avrei
più potuto chiamarlo risotto con la zucca ma zucca col risotto sarebbe stato
più coerente. Anche le porzioni sono da antipasto ma nulla vi vieta di
servirlo come primo piatto, aggiustando magari le proporzioni.

(altro…)

Porri con Risotto allo Zafferano e Crema Gialla al Cocco

 
La crema gialla al cocco non è altro che latte di cocco nel quale ho stemperato
un po’ di zafferano. Il latte di cocco è un’ottima base per salse speziate in
quanto non è affatto dolce (solo che siamo spesso abituati ad associarlo ai
dolci ma, in quel caso, viene zuccherato) ma profumato e aggiunge una nota
fresca molto gradevole. L’ho imparato dalla cucina creola e lo uso sempre più
spesso al posto della panna, adattandolo alla nostra cucina, in questo caso col
re delle nostre spezie, lo zafferano. 
Abbinato ai porri sta d’incanto, li ho
farciti con  un bel risotto, sempre allo
zafferano, per dare sostanza ad un piatto che può essere gustato sia come
antipasto che primo piatto, o come contorno.
Ma veniamo alla ricetta. Le dosi non saranno precise perché dipende
molto dalla misura dei porri che usate, vi dico con che quantità ho lavorato io

(altro…)

Crostatine Total-Rice (un po’ esotiche)

Era da un po’ che meditavo di fare una frolla con la farina di riso. C’è voluto il Contest di Risate & Risotti per farmi decidere e mettere a punto questo dessert che è insieme friabile e fragrante, morbido, fresco e profumato (insomma, sono soddisfatta del risultato, spero piaccia anche a voi)
 
 
Con queste quantità ho ottenuto
15 crostatine diam. 8 cm. circa

(altro…)

La Paella come piace ai miei amici

Se invito
6 persone (+ noi due) questi gli ingredienti in ordine di apparizione:
 
2 peperoni
(1 rosso e 1 giallo)
Olio extra-vergine
400 g di
frutti di mare (x es. cozze e gamberi, anche surgelati)
700 g di carne
mista (a scelta, mista fra pollo, coniglio, maiale, salsiccia)
2 spicchi
d’aglio
Paprika
dolce, peperoncino in polvere, zafferano, pepe, prezzemolo

(altro…)

Paella Valenciana

E’ la più famosa, ma
se non siete stati a Valencia probabilmente non potete dire di aver assaggiato
la verdadera paella valenciana.  Lo dico perché ho trovato un sacco di ricette
che si definiscono “Paella Valenciana” ma che poi non rispettano esattamente
gli ingredienti o la preparazione di questo piatto come lo avevo mangiato a
Valencia. Ovviamente non occorre che sia una Valenciana genuina per essere
buona. 
Senza la presunzione che sia questa l’unica vera paella possibile
(ognuno è infatti libero di costruirsela a modo proprio con gli ingredienti che
preferisce) voglio darvi la ricetta autentica di questo piatto squisito
La ricetta
può sembrare lunga e difficile ma in realtà richiede solo un minimo di
attenzione e il rispetto delle procedure (magari leggete anche l’introduzione
alla Paella che ho postato ieri).

(altro…)

CONSIGLIA I nuovi trend a Tuttofood 2017