Crostata integrale con Composta di ciliegie al basilico

La prima volta che ho assaggiato il basilico in un dolce era in un gelato. Una crema con un intenso profumo di qualcosa che nessuno a tavola riusciva ad identificare; sì, si sentiva che era qualcosa di insolito per un gelato, sembrava un’erba aromatica ma c’è voluto più di un assaggio per raggiungere la soluzione. Basilico! esatto, proprio lui…e finalmente potevamo assaporarne il profumo con totale soddisfazione, perchè la mente ormai era a riposo e tutto era concesso ai sensi.

(altro…)

Crema allo Squacquerone con Ciliegie Caramellate e Crumble

 

 

Sono ancora in vacanza, sì sì, ma avevo la nostalgia e mi sono
ritagliata questi 10 minuti dopo una mattinata di shopping e foto mentre mio
marito è in barca a cercare le balene (siamo nel Maine). Io, costretta a terra
dal mal di mare, approfitto per sistemare un paio di ricette che avevo
preparato prima di partire, così non perdo il filo… Dopo il cake alle fragole,
passiamo alle ciliegie, altro frutto stupendo della tarda primavera, di cui
possiamo godere ancora per un po’. 
L’idea per questo dessert è semplice, sulla
falsariga del cheesecake senza cottura, ho fatto una crema usando lo
squacquerone, (sì che lo conoscete, è un formaggio romagnolo molto morbido usato spesso nella piadina) ho leggermente
caramellato le ciliegie disossate, messe sotto anziché sopra, con qualche
biscotto sbriciolato sopra per dare un po’ di croccantezza. Tutto qui per un
risultato squisito.
 

(altro…)

Torta Mon Chéri

 

Si avvicina S.Valentino e vi infastidiscono tutti quei dolcetti stucchevoli, quei menù afrodisiaci e quella strana atmosfera che ci obbliga a far battere più forte i nostri cuori?

Come me, credete che non ci sia bisogno di un giorno all’anno per festeggiare l’amore ma non volete nemmeno che questo giorno passi nell’indifferenza? 
Cercate una torta da innamorati senza cuoricini zuccherosi, senza petali di rosa né batter d’ali di farfalle? Ho capito, qui si parla di amore forte e concreto e ci vuole una torta dolce ma “da grandi”, morbida ma decisa che conquisterà per sempre lui o lei.
L’ho chiamata Torta Mon Chéri perché ho usato un po’ gli ingredienti che compongono questo irresistibile cioccolatino, vediamo se vi piace

 

100 g di burro

100 g di zucchero

75 g di farina
100 g di mandorle
30 g di cioccolato fondente
4 albumi
1 bicchierino di liquore tipo cherry, kirsch, maraschino
15/20 amarene o ciliegie sotto spirito denocciolate
½ cucchiaio di lievito in polvere
 
 

 

Tritate le mandorle finemente ed aggiungete zucchero e farina setacciata col lievito.
Sciogliete il burro a bagnomaria (o nel microonde) insieme al cioccolato spezzettato e versatelo a filo sul mix precedente, mescolando per amalgamare bene il tutto, poi versate il liquore ed amalgamate pure questo.

Montate gli albumi a neve ferma ed incorporateli delicatamente all’impasto. 

Versate il composto in una teglia (diam. 18/20 cm) imburrata, prendete le amarene e sparpagliatele qua e là, muovetele un po’ col cucchiaio per farle scendere un po’ nell’impasto ma lasciatene qualcuna in superficie. Cuocendo scenderanno sotto la superficie ma si lasceranno intravedere, come la promessa di qualcosa di buono….

Cuocete per 40 minuti circa in forno non troppo caldo (160/170°C). 
A piacere potete cospargere un po’ di zucchero a velo sulla torta fredda. 

Vi amerà per sempre…..

 
CONSIGLIA Foresta di alberi innevati