Brisée alle mandorle con asparagi e uova

Quanto mi piacciono gli asparagi, quanto mi piacciono le uova e quanto mi piace mangiare all’aria aperta!

Sei in cucina – la sfida degli ingredienti m’avete provocato? e io rispondo! mi avete messo una lista di ingredienti irresistibili e un tema “voglia di pic-nic” che mi ha fatto iniziare a cucinare in un nanosecondo. Col caldo di questi giorni e tutte queste belle verdurine

(altro…)

Tortelloni di ricotta e mascarpone con asparagi e limone

“Natale con i tuoi e Pasqua con chi vuoi” recita un vecchio detto. Concetto che potremmo trasferire, stiracchiandolo un po’, anche ai menù delle due festività in questione. A Natale, almeno da noi, è d’obbligo portare in tavola un bel brodo con gli immancabili anolini mentre a Pasqua le maglie delle regole si allargano e si può giocare con qualche idea nuova.

La tradizione comanderebbe ugualmente anolini in brodo ma le variazioni sul tema sono generalmente ben tollerate, soprattutto se fa bel tempo. La primavera ci impone il rinnovamento, o no? Però, se vogliamo preparare un pranzo coi fiocchi, un piatto di pasta fresca ripiena fa sempre la sua bella figura. Allora prepariamo un ripieno delicato, morbido

(altro…)

Insalata di Passatelli con Prosciutto di Parma, Asparagi e Piselli

IMG_8675b

Chi l’ha detto che i passatelli sono un piatto invernale? Tutti. Io per prima sono una sostenitrice del brodo fatto ad arte in cui annegare tutta la classica pasta che in Emilia-Romagna va rigorosamente fatta in brodo: tortellini, anolini, cappelletti, mezze maniche e passatelli.

Però anche la cucina si evolve, i nostri gusti si aprono a nuovi orizzonti e se hai voglia di passatelli ma non hai il brodo che fai? Li fai asciutti, con un bel sugo corposo non fanno rimpiangere il brodo della nonna. Ma se fa caldo, mi sono chiesta, come li mangi? In insalata, mi sono risposta.

Avevo dei begli asparagi, ancora un po’ di piselli freschi e qualche fetta di prosciutto di Parma. Ingredienti che, praticamente, si sono mischiati da soli. Potete aggiungere foglioline di insalata fresca, basilico, spinacino, insomma, scatenate la fantasia ma, mentre create gli abbinamenti, tenete presente che il sapore dominante deve restare quello del Parmigiano.

(altro…)

Crespelle a tagliatella con fave e asparagi

Siamo forse più abituati a vedere queste frittatine sottili cotte in padella, ripiegate in due o quattro e farcite per poi essere gratinate in forno.  Ma avete mai provato a trattare le crêpes in un modo diverso? Si possono usare al posto della pasta fresca tradizionale per lasagne, cannelloni o tagliatelle. Cuocete la pastella in forno, tagliate le crêpes a strisce non troppo strette e diventeranno gustose pappardelle. In questo piatto le ho condite con asparagi e fave e una gustosa crema di pecorino.

Ho presentato questo piatto sul sito iFood.it e, con mio grande onore e piacere, sono ora in copertina. Andate a leggere la ricetta, è semplice e porta in tavola la primavera.

pappard-crepes (13)

Risotto alla Giuseppe Verdi

Ripubblico questa ricetta per partecipare all’iniziativa di INformaCIBO “La cucina italiana nel mondo” verso Expo 2015 – MANGIARE ALL’ITALIANA

Sul sito di INformaCIBO la trovate qua
informacibo

 
risotto verdi (2) 
 
Questo risotto è stato creato nel XIX° secolo da uno chef francese in onore di un grande compositore italiano, mio illustrissimo concittadino, Giuseppe Verdi.
Lo chef in questione è Henri-Paul Pellaprat, allievo di Auguste Escoffier e fondatore della più famosa scuola di cucina francese, quella del Cordon Bleu (1895). Pellaprat usa ingredienti tipici della regione di provenienza del Maestro Verdi, Parmigiano-Reggiano, Prosciutto di Parma e asparagi piacentini, aggiungendone altri che sa essere di suo gradimento.
Potevo forse essere rispettosa di un tale capolavoro e riproporlo tale e quale? Naturalmente no. Ho apportato qualche modifica: ho rosolato la cipolla nell’olio extravergine anziché nel burro, ho eliminato i pomodori che considero inutili in un piatto già ricco e dai sapori precisi, non avendo brodo di carne ho fatto un brodo veloce di verdure, ho mantecato con una noce di burro invece di usare la panna e per ultimo, ma fondamentale, ho sostituito i funghi coltivati coi porcini secchi di Borgotaro, così manteniamo anche una certa coerenza con gli ingredienti del territorio (oltre ad usare un prodotto molto più profumato e saporito).
risotto verdi (12) 

(altro…)

CONSIGLIA Risotto al salto