Salsa di mirtilli (per carni)

Come preparare la tipica salsa di mirtilli americana

Avevo in mente da tanto di quel tempo di preparare questa salsa di mirtilli che mi meraviglio di non averlo fatto prima. Amo la cucina americana e questa è una di quelle preparazioni che ti fanno sognare di essere in un film o in una serie tv, quando tutta la famiglia si riunisce per il Thanksgiving -il giorno del ringraziamento- e viene servito un enorme tacchino ripieno accompagnato da patate dolci e salsa di mirtilli.

(altro…)

Tortini di pesce in salsa di pomodoro

Il titolo preciso della ricetta di Yotam Ottolenghi (tratta da Jerusalem, sì, lo so, sembra che abbia solo quest’unico libro di cucina) era “tortini di merluzzo in salsa di pomodoro” però io ho usato il nasello (consentito nelle varianti) quindi sono stata più generica perché, appunto, possono essere realizzati con nasello, merluzzo o rombo (e forse pure col pesce che più vi piace)

Non sono le solite polpette di pesce in umido, come qualcuno potrebbe obiettare, perchè i profumi e gli aromi, sia dell’impasto che del sugo, sono per me inusuali e sono stati una piacevolissima novità.  Li ho cucinati per mia nipote, ospite a cena prima che ripartisse per le sue montagne, alla quale mi piace far provare piatti originali (la uso da cavia ogni tanto e pare che non disprezzi). Ho preparato sia i tortini che la salsa in anticipo, ho dorato un attimo

(altro…)

Limoni in conserva

Avevo limoni in abbondanza, avevo limoni bellissimi e profumatissimi, avevo limoni Costa di Amalfi IGP, avevo limoni che temevo andassero sprecati.

Avevo un libro nuovo, desiderato da tempo, avevo un libro di ricette che mi aveva spalancato le porte di un mondo culinario sorprendente, avevo Jerusalem di Yotam Ottolenghi.

E cos’ho trovato a pag.303 se non la ricetta giusta al momento giusto? La conserva di limoni, l’ideale per esaltare piatti di carne, pesce, legumi,

(altro…)

Crema di Gambi di Broccolo

Crema di broccoli Collage

Non abbiate pregiudizi, il nome non è forse allettante ma vi garantisco che il gusto di questa crema vi sorprenderà. Siete abituati a buttare i gambi della verdura, le bucce e tutte quelle parti che normalmente non si cucinano perchè più dure o amarognole? Dopo questa ricetta non lo farete più. Ci sono, soprattutto in frutta e verdura, parti decisamente da scartare ma spesso rinunciamo senza motivo ad altre che sono invece un ottimo ingrediente per tante preparazioni. Solo per abitudine o comodità, solo perchè non abbiamo mai saputo cosa farne.

Vi faccio qualche esempio.

(altro…)

Pesto di Zucchine e Pistacchi

IMG_9421

È arrivata quella delle novità!! Che idea originale il pesto di zucchine… lo so che lo conoscete già tutti ma le mie zucchine chiedono la vetrina. Sono così belle, genuine, sode, brillanti ed eleganti che pretendono uno spazio in copertina, anche ridotte in questo stato. Stato cremoso e gustoso!

L’orto produce e fa lavorare anche me. Così vi mostro qualcosa di quello che diventano i miei ortaggi. Non proprio tutto, la frittata ve la risparmio, le zucchine trifolate pure, ma il pesto è bello, dai, non merita un post? E poi magari non ci pensavate. Si fa in un attimo, è gustoso e leggero e può sostituire salse o condimenti più grassi e pesanti senza nulla togliere alla soddisfazione del palato.

(altro…)

Ketchup di Banane

 
Oh yes! Avete capito bene. È una deliziosa salsina agrodolce leggermente
piccante che, come l’originale col pomodoro, accompagna perfettamente carne,
pesce, verdure, uova e, ovviamente, patatine. Ho cercato la ricetta in rete e
ho scoperto che è un prodotto molto diffuso nelle Filippine dove pare lo mettano
dappertutto. Io l’ho assaggiato in Martinica, nelle
Antille Francesi, quando sono andata a trovare mia cugina Sophie che insegnava
là. Mio marito mi rinfaccia ancora di avergli fatto rinunciare ad un pomeriggio
su una spiaggia da sogno o ad una camminata in mezzo alla foresta, per andare a
visitare il Museo della Banana. E invece la visita è stata molto istruttiva e
proficua(:-D), quando mai l’avremmo assaggiato il ketchup di banane? 
Si chiama museo ma in realtà è un bananeto
gigantesco in cui si passeggia liberamente tra 300 varietà di piante di banana
(e già questa è una notizia!), dopo aver visitato una sala in cui si apprendono
informazioni di ogni genere su questo frutto e che si conclude con una
degustazione di prodotti a base di???……Banane…. giusto!!

(altro…)

Zabaione al Vino Rosso

 

Mi hanno convinto (senza nemmeno insistere troppo) a provare lo zabaione col cotechino ed è stato amore al primo assaggio. Eravamo ad una degustazione di prodotti piemontesi e lo zabaione in questione era fatto col moscato. 
A casa ho pensato che per i salumi cotti che facciamo da noi nella bassa parmense (mariola, cotechino, prete ecc.), forse poteva adattarsi meglio una crema leggermente meno dolce e fatta col vino rosso. Così ho messo a punto uno zabaione ad hoc: 

(altro…)

Sugo ai Funghi

E’ un sugo
classico della cucina emiliana, usato soprattutto per le tagliatelle fresche. 
Voglio
condividere con voi le ricette di mia mamma, due versioni della stessa ricetta: 
la prima considerata “da tutti i giorni” e la seconda che era ed è quella obbligatoria
per condire le mezze maniche della Vigilia di Natale e che non poteva essere
fatta in nessun altro periodo dell’anno (comandamento del babbo, le ragioni restano un mistero)
 

SUGO AI
FUNGHI

1 Bustina di porcini
secchi da 20 g
1 spicchio d’aglio
1 scalogno
1 barattolo di
pelati o polpa di pomodoro
1 ciuffo di
prezzemolo
Vino bianco, olio,
sale e pepe q.b.

(altro…)

Salsa alle Prugne

E’ una
salsina deliziosa, facile e veloce da fare, che accompagna ottimamente carni
arrosto, soprattutto di maiale, insaccati cotti (tipo cotechino ecc.), bolliti
e formaggi.

 

Una ventina di prugne
secche snocciolate
60 g di prosciutto
cotto
100 ml di olio
extra-vergine
70 ml di aceto di
vino bianco
½ cipolla
Sale e pepe,
zucchero

 

L’acqua deve coprire più o meno così

Fate appassire la
cipolla tritata nell’olio, aggiungete poi il prosciutto pure tritato e bagnate
con l’aceto. Una volta evaporato aggiungete le prugne che avrete precedentemente
lasciato in ammollo per almeno una ventina di minuti in acqua tiepida.
Coprite
a filo con acqua, aggiungete sale, pepe e un foglia d’alloro (che però non è
obbligatoria, infatti non l’avevo elencata negli ingredienti) e un cucchiaino
di zucchero. 
Fate cuocere adagio per circa 40 minuti. 
Alla fine
frullate col minipimer per ottenere una salsina morbida che potrete conservare
in frigo per diversi giorni o mettere in vasetti sterilizzati, capovolgere per
pochi minuti e conservare per mesi.

Salsa Verde per il Lesso

Questa è una ricetta vecchia, anzi vecchissima, di mia nonna e forse di chissà chi prima di lei, ma continuiamo a farla così perchè quando si parla di nonne le ricette sono sacre.
 
350 g di prezzemolo
tritato

(altro…)

CONSIGLIA Risotto al salto