Speculoos

biscotti belgi caramello e cannella

Questo nome vi dice qualcosa? Magari non li avete mai chiamati così ma sono sicura che dovete averli assaggiati almeno una volta. Sono biscottini friabili, fragranti e profumati che non di rado sono serviti al bar insieme al caffè e che da qualche tempo si trovano anche nei nostri supermercati. La loro origine è belga e sono tradizionalmente preparati per la festa di S.Nicola, il 6 dicembre. Preludono alle festività natalizie e richiamano davvero tanto il Natale con quel loro sapore speziato di cannella. Sono diffusi anche nei Paesi Bassi col nome di Speculaas ma io li avevo assaggiati per la prima volta in Francia.

Caduti nel dimenticatoio,  me li ha poi riportati alla mente una mia amica che aveva tenuto la bustina del biscottino monoporzione che le avevano offerto al bar col caffè. Ne era rimasta entusiasta e sperava che io potessi aiutarla a trovarli (o meglio, a farglieli in casa). Manco a farlo apposta, quasi in contemporanea, al padiglione del Belgio a EXPO Milano 2015, veniva offerto un assaggio di Speculoos ai visitatori. Conquistate così anche altre due amiche che li hanno assaggiati in quell’occasione. Sempre più urgente, quindi, procurare il prodotto, sia la versione industriale da acquistare, che la ricetta per poterli fare in casa. Li ho trovati al supermercato e ho provato più di una ricetta trovata in rete. Finalmente, al quarto tentativo, posso annunciare di aver trovato la ricetta perfetta, quella che per me è la migliore. Meglio della ricetta di un sito belga cui facevo molto affidamento, meglio di altre ricette scovate su blog o siti famosi in Italia. Non me ne vogliano, probabilmente è solo questione di gusti ma in vetta alla mia classifica c’è quella di Julien Merceron, tratta dal libro la À la mère de famille, che passo quindi pubblicare con somma soddisfazione.

In segno di devozione verso l’autore mi sono limitata a tagliarli in forme rettangolari, senza decori, perchè sono così quelli fotografati sul libro, ma solitamente hanno un motivo leggermente in rilievo e si possono tagliare in forme decisamente più carine o natalizie, come stelle, omini, alberelli ecc.. La forma semplice rettangolare mi aiuta anche nella confezione dei regalini natalizi: li chiudo in sacchetto e lo infilo in una scatola di latta, così ci stanno comodi e non sballottano troppo.

Speculoos o speculaas

Speculoos

Ingredienti:

  • 220 g di farina 00
  • 160 g di zucchero muscovado (zucchero di canna scuro)
  • 125 g di burro morbido
  • 1 uovo
  • 8 g di cannella in polvere
  • 4 g di lievito per dolci

Procedimento:

  1. Lavorate il burro morbido con lo zucchero.
  2. Aggiungete l’uovo e amalgamate l’impasto.
  3. Aggiungete farina, cannella e lievito e lavorate quel tanto che basta per avere un impasto omogeneo.
  4. Trasferitelo sulla spianatoia e appiattitelo col mattarello, meglio se tra due fogli di carta forno, ad uno spessore di pochi mm.
  5. Mettete in frigo a rassodare per almeno un’ora
  6. Togliete la pasta dal frigo e, se necessario, stendetela ancora leggermente col mattarello ad uno spessore di 2 o 3 mm
  7. Ritagliate dei rettangoli e trasferiteli sulla placca del forno coperta di carta forno
  8. Infornate a 170°C in forno preriscaldato per 15/20 minuti circa

Note:

  • I biscotti si conservano molto bene per giorni chiusi in una scatola di latta o in sacchetti di cellophane.
  • Lo zucchero muscovado, o vergeoise, è morbido e poco granuloso, quasi “impastato”, potrebbe quindi essere necessario frullarlo un attimo per ridurlo in polvere ed evitare grumi nell’impasto.

belgian caramelized biscuits

biscotti alla cannella

Comments

  1. Leave a Reply

    paola
    5 dicembre 2017

    buoni,io ancora non li ho mai fatti,brava,buona serata

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

CONSIGLIA Crepes marocchine