Croque-monsieur alla parmigiana

Un sandwich? un panino? un toast? un tramezzino? No.

Ma due fette di pane che racchiudono prosciutto e formaggio come le vuoi chiamare? Due fette di pan carré imburrate per bene con tanto di formaggio dentro e anche sopra, gratinate in forno,  non sono solo un sandwich, sono un Croque-monsieur!

Ovviamente questa non è la ricetta originale, che prevede anche una spalmatina di besciamella, ma un adattamento molto personale. Ho reso “alla parmigiana” un piatto che amo da impazzire, uno dei primi piatti francesi che mi hanno conquistata quando ho trascorso le mie prime vacanze/studio nel Sud della Francia a 17 anni. Ho sostituito il prosciutto cotto con la spalla cotta, un ottimo salume molto diffuso dalle mie parti, ho evitato la besciamella ma non ho lesinato il burro e poi, naturellement, ho cosparso la superficie di parmigiano grattugiato anzichè gruviera. Praticamente la ricetta è già tutta qui. Ho usato il pan carré che faccio sempre in casa (la ricetta è QUI) ne sforno due ogni volta, li affetto e li conservo in freezer, poi uso le fette che mi occorrono senza nemmeno scongelarle prima, le farcisco e le cuocio, ci vuole davvero un attimo.

Croque-monsieur alla parmigiana
 
Ingredienti per 4 persone
  • 8 fette di pan carré
  • 4 fette di formaggio emmentaler o edamer
  • 80 g circa di spalla cotta
  • 50 g di burro
  • 60 g circa di parmigiano grattugiato
Procedimento
  1. Accendete il forno a 180°C
  2. Spalmate il burro sulle fette di pan carré, dal lato che resterà all’esterno.
  3. Capovolgete 4 fette di pane e ricopritele con una fetta di spalla cotta piegata in quattro e con una fetta di formaggio
  4. Richiudete con le altre fette di pane (lato col burro all’esterno, sopra)
  5. Completate i sandwich cospargendoli di abbondante parmigiano grattugiato e sistemateli sulla placca del forno ricoperta di carta forno o su una teglia antiaderente ed infornate per una decina di minuti a 180°C o fino a quando il formaggio avrà fatto una bella crosticina.
  6. Servite subito ma anche dopo. Sono buoni anche freddi, magari tagliati a quadretti e serviti con l’aperitivo

 

Comments

Be the first to comment.

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

CONSIGLIA Strudel al rabarbaro