Paste di Meliga – Biscotti con farina di mais

paste-di-meliga-23Come chiarisco nel titolo le paste di meliga altro non sono che biscotti con farina di mais. L’origine è piemontese ma si usa un po’ in tutto il nord Italia preparare dolci con la farina gialla. La più famosa è sicuramente la Torta Sbrisolona che da Mantova ha conquistato tutta la Lombardia arrivando a sconfinare in Emilia e Veneto, ma sono davvero tante le preparazioni dolci con questa farina che era essenziale nella civiltà contadina. Mia nonna faceva le frittelle con la polenta avanzata dal giorno prima, aggiungendo uova, latte e zucchero ed erano una squisitezza. 

Usare la farina di mais conferisce ai dolci un carattere rustico, che sa di autunno e caminetto acceso. Richiama la semplicità della cucina povera che era comunque tanto ricca di gusto. Questi biscotti sono friabili e delicati pur nella loro ruvidità e si adattano ad uno spuntino ad ogni ora, con una bella tazza di tè caldo o di latte a colazione. Potete decidere voi quanto rustici li volete, usando farina gialla più o meno fine.

Io ho usato la fioretto, quella fine, ma se preferite un biscotto davvero “contadino” potete provare con la farina bramata, dalla granulometria più spessa che aggiungerà croccantezza e carattere al vostro impasto. La ricetta viene da un libro di Luca Montersino in cui lo chef piemontese sostituisce lo zucchero col maltitolo, per renderla adatta a chi ha problemi con gli zuccheri. Ecco, io sono tornata indietro e ho ri-sostituito il maltitolo con lo zucchero semolato. Primo, perchè non so nemmeno dove andare a cercare questo ingrediente e secondo, perchè non ho idea del gusto che darebbe questa variante quindi mi sono fidata del buon vecchio saccarosio.
paste-di-meliga-12

Paste di Meliga
 
Ingredienti
  • 200 g di farina 00
  • 200 g di farina di mais
  • 200 g di burro
  • 180 g di zucchero semolato o di canna
  • 2 tuorli
  • 1 uovo intero
  • 1 bacca di vaniglia
  • 1/4 di bustina di lievito
  • 1 pizzico di sale
Procedimento
  1. Montate il burro morbido con lo zucchero, meglio se con un frullino elettrico.
  2. Aggiungete le uova e miscelate, poi unite i semini della vaniglia e il sale
  3. Quando il composto è amalgamato unite le farine e il lievito e completate l’impasto che dovrà risultare come una pasta frolla morbida.
  4. Chiudete in pellicola trasparente e fate riposare in frigo per almeno un paio d’ore.
  5. Trascorso il tempo stendete la pasta in una sfoglia alta circa mezzo centimetro e tagliate dei dischetti usando un coppapasta o un bicchiere.
  6. Con un altro stampino praticate il foro centrale (optional) e sistemate i biscotti sulla placca del forno ricoperta di carta forno.
  7. Cuocete a 170°C per circa 15 minuti, in forno già caldo.
Note
  1. Una volta freddi chiudeteli in una scatola di latta e si conserveranno per oltre una settimana come appena fatti.

paste-di-meliga-32b

Comments

  1. Leave a Reply

    Elena
    21 ottobre 2016

    Conosco questi biscotti, vivendo in Piemonte, e conosco la ricetta di Montersino che punto da un bel po’… Sai che mi sono frenata nel farli proprio per la presenza del maltitolo tra gli ingredienti e per la farina (se non sbaglio lui usa la fumetto, che è ancora più fine!! Proverò la tua versione!! Grazie Cecilia, sempre preziosa!

    • Leave a Reply

      Cecilia Concari
      21 ottobre 2016

      Il tuo amico Montersino stavolta ti ha fatto uno scherzetto… ma noi abbiamo aggirato l’ostacolo dello zucchero, vero? Dai provali che poi mi dici. Grazie mille Elena, buona serata 🙂

  2. Leave a Reply

    Ely
    21 ottobre 2016

    Ceci sono stupendi, adoro le paste di meliga e la farina di mais… con quel gusto rustico e appagante! <3 Sono bellissime le tue… al momento ho solo la fioretto e li farò al più presto, ma ti dirò: non mi dispiacerebbe provarli anche con la farina di mais più granulosa! ^_^ Uno te lo rubo subitissimo!! Buon weekend tesoro!!

    • Leave a Reply

      Cecilia Concari
      21 ottobre 2016

      Che piacere averti qui! Grazie mille Eli, provali con la fioretto prima, secondo me si sente già abbastanza la consistenza del mais. poi mi dirai come sono con la bramata. Buona serata e buon week end 🙂 <3

  3. Leave a Reply

    Anna
    21 ottobre 2016

    Devo andare a prendere la farina di mais e poi li provo di sicuro, sono milanese con influenze bergamasche e i dolci con la farina di mais li ho nel dna 🙂 Un abbraccio Cecilia

    • Leave a Reply

      Cecilia Concari
      23 ottobre 2016

      è vero Anna, la farina di mais è la regina delle tavole del nord. Provale in questi biscotti e non li lascerai più. Grazie mille, un bacione!!

  4. Leave a Reply

    Simo
    22 ottobre 2016

    adoro questi biscotti stella, ne mangerei a chili…inzuppati nel latte poi sono una vera meraviglia

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

CONSIGLIA Foresta di alberi innevati