Parma Burger ovvero la mia versione del Panino da Re per il Festival del Prosciutto di Parma

Inizia venerdì 4 settembre la XVIII edizione del Festival del Prosciutto di Parma che vede protagonista, com’è evidente, il Re dei Salumi. Tanti gli eventi che si snoderanno fra Langhirano e Parma ad arricchire una manifestazione di successo che già dal titolo attrae golosi e buongustai, “all’insegna della gastronomia, dello spettacolo e della cultura”.  Per due settimane complete, cioè fino al 20.09.2015, avremo la possibilità di conoscere da vicino questa eccellenza della cucina italiana, approfondirne gli aspetti storici e produttivi, oltre ad assaggiare le nuove tendenze gastronomiche che vedono protagonista questo grande salume. Vi invito a consultare il calendario completo degli eventi che trovate a questo link.

E io che c’entro? Oltre ad essere parmigiana e grande amante del prosciutto di Parma, che qui chiamiamo semplicemente “crudo”, avrò la possibilità di presentare la mia versione del Panino da Re.

IMG_9481

In collaborazione con INformaCibo, testata enogastronomica che presenta già tante ricette sul tema, e Arte&Gusto, terrò uno showcooking sabato 5 settembre alle ore 18.30 in Piazza Garibaldi a Parma. Il mio panino da Re è una versione molto molto molto italianizzata del tradizionale Hamburger americano, che è fatto con carne di manzo, cipolle e altre verdure, condito con salse generalmente piuttosto grasse. Ho mantenuto invariato il pane, ho messo il Prosciutto di Parma al posto dell’hamburger, i cipollotti caramellati invece delle cipolle fritte e un saporito pesto di zucchine e pistacchi per avere una salsa golosa ma sana e leggera.

Il tutto diventa un bel panino ricco, appetitoso e gratificante,  che sa di casa nostra e in cui la genuinità degli ingredienti fa rivalutare l’idea di “fast-food”.

ParmaBurger Collage

Le ricette degli elementi che compongono il mio Parma Burger le ho già pubblicate e le trovate ai seguenti link:

Burger Buns – Panini per hamburger

Pesto di Zucchine e Pistacchi

Cipollotti caramellati

Per il prosciutto di Parma non c’è ricetta, dobbiamo ringraziare la natura, la terra, il clima e le mani abili di chi porta avanti questa tradizione.

IMG_9472

Comments

Be the first to comment.

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

CONSIGLIA Strudel al rabarbaro